EQUO COMPENSO La   Giunta   regionale   siciliana   ha   approvato   la   delibera   n.   301   del   28   luglio,   un   «Atto   di   indirizzo   per gli Assessorati   regionali   e   gli   Enti   sottoposti   a   vigilanza   e/o   controllo   in   materia   di   acquisizione   dei servizi professionali ed equo compenso». Obiettivo     dell’iniziativa     è     «ridurre     quel     fenomeno     che     negli     ultimi     anni     ha     visto     molte amministrazioni   prevedere   compensi   non   correttamente   parametrati   alla   qualità   e   quantità   delle prestazioni richieste o addirittura compensi simbolici o a titolo gratuito». L’atto   di   indirizzo   fa   riferimento   al   decreto-legge   16   ottobre   2017,   n.   148   (convertito   dalla   legge   4 dicembre   2017,   n.   172)   che   richiama   all’articolo   19-quaterdecies   in   cui   al   comma   3   è   precisato   che “la    pubblica    amministrazione,    in    attuazione    dei    principi    di    trasparenza,    buon    andamento    ed efficacia    delle    proprie    attività,    garantisce    il    principio    dell’equo    compenso    in    relazione    alle prestazioni   rese   dal   professionista”   e   definisce    al   comma   4   dell’articolo   13-bis   della   legge   31     dicembre      2012,      n.   247   come   introdotto   dal   citato   decreto   legge   n.   148/2017   “vessatorie,   le clausole    del    contratto    di    affidamento    che    consentono    al    committente    di    pretendere prestazioni aggiuntive a titolo gratuito”. Nello    specifico,    per    quanto    concerne    le    professioni    tecniche    quali    agrotecnico,    architetto, pianificatore,   paesaggista   e   conservatore,   biologo,   chimico,   dottore   agronomo   e   dottore   forestale, geometra   e   geometra   laureato,   geologo,   ingegnere,   perito   agrario,   perito   industriale,   tecnologo alimentare,    trovano    applicazione    le    tabelle    del    decreto    del    Ministero    della    Giustizia    16 giugno   2016   recante   “Approvazione   delle   tabelle   dei   corrispettivi   commisurati   al   livello   qualitativo delle   prestazioni   di   progettazione   adottato   ai   sensi   dell’articolo   24,   comma   8   del   decreto   legislativo n. 50/2016”
delibera in pdf delibera in pdf
di Annamaria Baieli Segretaria dell’Ordine